Regolamento e modulistica

In vigore da 1 aprile 2019

ORGANISMO DI MEDIAZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI RAVENNA

istituito dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Ravenna iscritto al Registro degli Organismi di Mediazione del Ministero della Giustizia al n. 169

Viale della Lirica n. 35 -1° piano interno 2 48124 Ravenna

tel. 0544/422908 (ore 8.30 - 12.00)

Chiusura al pubblico: venerdì

email: odmavvocatiravenna@gmail.com

PEC segreteria@ordineavvocatiravenna.eu

C.F. 80008550396 - P.I.: 01052970397

EU IBAN: IT33N0538713102000002609780

 

Alla domanda di mediazione andranno allegati:
- copia dell'avvenuto bonifico bancario di euro 48,80 IVA inclusa per spese di segreteria (euro 97,60 IVA inclusa nel caso in cui il valore della mediazione superi l’importo di euro 250.000,00). Il pagamento può essere effettuato anche a mezzo bancomat o carta di credito in sede di deposito della domanda;
- documento d'identità e codice fiscale di ciascuna parte istante;
- visura camerale aggiornata e documento d'identità del legale rappresentante (nel caso di persona giuridica);
- procura con sottoscrizione autenticata; 
- provvedimento del Giudice (nel caso di domanda di mediazione dallo stesso delegata);
- dati necessari ai fini della fatturazione.
Non si accettano atti o documenti riguardanti i fatti e le questioni controverse e l'oggetto della domanda (Regolamento, art. 2, co. 1).
Gli incontri si terranno nelle giornate di lunedì, martedì e giovedì, dalle ore 9,00 alle ore 12,00 ed avverranno non oltre trenta giorni dal deposito della domanda (Regolamento, art. 2, co. 2).
Nel caso di mancata comparizione personale delle parti la domanda è improcedibile. Esse infatti dovranno partecipare personalmente  o a mezzo di un loro rappresentante (purché diverso dal difensore) che deve essere a conoscenza dei fatti e delle questioni controverse, ed al quale devono essere conferiti, con procura scritta avente i requisiti, anche di forma, richiesti dalla legge, tutti i necessari poteri per la sua partecipazione, a nome e per conto della parte, ad ogni fase del procedimento di mediazione, compreso quello di concludere accordi per la conciliazione della controversia (Regolamento, art. 9).