NOTA DELLA CORTE DI CASSAZIONE DEL 17 APRILE 2019

Nota della Corte di Cassazione sulla formazione e trasmissione dei fascicoli processuali

Con nota del 17.04.19 la Corte di Cassazione ha richiesto agli uffici giudiziari di merito il puntuale adempimento di quanto previsto nella Circolare della Direzione Generale della Giustizia Penale 16.05.16 in materia di formazione e tenuta dei fascicoli processuali da trasmettersi alla stessa Corte, anche alla luce del disposto di cui all’art.  165-bis disp. att. cpp a norma del quale “Nel caso di ricorso per cassazione, a cura della cancelleria del giudice che ha emesso il provvedimento impugnato, è inserita in separato fascicolo allegato al ricorso, qualora non già contenuta negli atti trasmessi, copia degli atti specificamente indicati da chi ha proposto l'impugnazione ai sensi dell'articolo 606, comma 1, lettera e), del codice; della loro mancanza è fatta attestazione”.
E’ richiesto alle cancellerie di verificare, ed attestare, l’avvenuto deposito da parte del ricorrente di un dettagliato elenco degli atti di cui intende valersi e di copia degli stessi. Diversamente il ricorrente dovrà specificamente indicare la fisica localizzazione all’interno del fascicolo processuale degli atti di cui intende valersi fornendo alla cancelleria indicazioni puntuali e dettagliate per il loro reperimento (faldone, pagina, affogliazione, ecc.), cosicché la stessa cancelleria possa provvedere ad allegarli al ricorso, previa esazione dei diritti di copia.
Con la stessa nota, che si allega unitamente alla circolare ministeriale citata, si richiama l’orientamento di legittimità secondo il quale la mancata allegazione degli atti da parte del ricorrente, qualora non vi provveda la cancelleria sulla base della specifica indicazione fornita dalla parte, costituisce causa di inammissibilità del ricorso [Cassazione penale sez. I, 04.12.18 (dep. 19.12.18), n. 57560].
Cordiali saluti
Il Presidente
Sergio Gonelli